famiglia_stroppiana

Famiglia

Quest'azienda è l'essenza, la storia, il presente e il futuro della famiglia Stroppiana

Dario Il papà

La mia famiglia avviò l’azienda vitivinicola negli anni sessanta con mio nonno materno Giuseppe e mio papà Oreste. Ho imparato i lavori in vigna fin da bambino con nonno

Continua...

Stefania La mamma

Affianco mio marito nel suo lavoro; sono figlia di agricoltori e anche io posso vantare esperienza consolidata fin dall’infanzia avendo sempre aiutato i miei genitori

Continua...

Leonardo Il figlio

Dopo la laurea in “Management della comunicazione e informazione aziendale” ho deciso di vivere un’esperienza lavorativa all’estero con l’intenzione di tornare

Continua...

Altea La figlia

Mi sono diplomata in un istituto artistico dove ho scoperto la mia passione per la scultura; ma crescendo ho capito la mia affezione alla terra, ai vigneti e alla cantina

Continua...

La Cantina

La nostra cantina è situata in una piccola frazione di La Morra, Rivalta. Qui sorgeva la quattrocentesca chiesa di San Giacomo da cui il nome di uno dei tre nostri Baroli. Coltiviamo in totale circa 5,5 ettari, alcuni di proprietà e alcuni in affitto, localizzati anche nei comuni di Verduno e Monforte

Dario Il papà
dario_stroppiana

La mia famiglia avviò l’azienda vitivinicola negli anni sessanta con mio nonno materno Giuseppe e mio papà Oreste.
Ho imparato i lavori in vigna fin da bambino con nonno e ho frequentato poi un istituto agrario quindi posso asserire di aver imparato sia dall’esperienza pratica che grazie alla cultura dei libri.
La grande passione per la vigna e per le Langhe ci porta ad avere un approccio attento e scrupoloso, sia in vigneto che in cantina. Una strategia di lavoro pulita e lineare consente ai vini a rappresentare bene tutte le potenzialità e sfumature dei vari cru e posizioni.

Stefania La mamma
stefania_stroppiana

Affianco mio marito nel suo lavoro; sono figlia di agricoltori e anche io posso vantare esperienza consolidata fin dall’infanzia avendo sempre aiutato i miei genitori. Dopo anni di lavoro come infermiera, grazie a cui ho conosciuto mio marito, ho deciso di impegnarmi a tempo pieno per consolidare e far crescere l’azienda Stroppiana. Sono nata a Monforte e ho così offerto a Dario la fortunata opportunità di produrre il Barolo Bussia, cru famoso fra gli intenditori...è nato prima l’amore per me o per i vigneti che gli porterò in eredità?!
Io adoro potare e penso che nessun’altro oltre a noi della famiglia metterà le mani sulle nostre vigne per effettuare questo lavoro invernale. Può capitare di aver bisogno durante la primavera e l’estate di aiuto nei vigneti, quando la crescita dei tralci e più veloce di noi, ma è mia cura seguire il personale delle cooperative esterne che saltuariamente ci affianca.

Leonardo Il figlio
leonardo_stroppiana

Dopo la laurea in “Management della comunicazione e informazione aziendale” ho deciso di vivere un’esperienza lavorativa all’estero con l’intenzione di tornare poi ad aiutare la famiglia. Sono fiducioso che il mio titolo di studio associato a questa esperienza potranno essermi utili per il mio futuro in azienda.
Posso intanto vantare di avere un Barolo e me dedicato.

Altea La figlia
altea_stroppiana

Mi sono diplomata in un istituto artistico dove ho scoperto la mia passione per la scultura; ma crescendo ho capito la mia affezione alla terra, ai vigneti e alla cantina. Qui si dice “la terra è bassa”, lo so bene, ma non ne sono spaventata. E’ mia cura imparare tutte le fasi lavorative, sia all’aperto che nel chiuso della cantina, dalla potatura alla vendemmia, pigiatura, fermentazioni, svinatura, travasi e imbottigliamenti; mi piace lavorare all’aperto malgrado a volte possa essere estremamente caldo o freddo.
Anche io, come mio fratello, ho un vino a me dedicato: la Barbera d'Alba Superiore. Non mi sento meno importante perché non è un Barolo …..finché non abbiamo iniziato a produrre la Nascetta era l'unico vitigno al femminile !!